Le rughe della vecchiaia formano le più belle scritture della vita, quelle sulle quali i bambini imparano a leggere i loro sogni”

(Marc Levy)

CORSO OPERATORE SOCIO ASSISTENZIALE (OSA)

Format Sicilia segue i suoi studenti nel percorso che permette di diventare un operatore socio assistenziale, ovvero quella figura professionale che si occupa della cura, del sostegno e dell’inserimento di categorie di persone particolari e che necessitano di maggiore tutela. I corsi Osa di Format Sicilia, in modo particolare, vengono organizzati per rispondere in maniera specifica alle sempre nuove richieste nel mondo dell’assistenza verso il prossimo e alle esigenze peculiari del territorio.

Profilo del corso

L’operatore socio-assistenziale (OSA) è un operatore preposto all’assistenza diretta alla persona, all’aiuto domestico, alle prestazioni igienico-sanitarie di semplice attuazione.
Svolge la sua attività sia nel settore sociale che sanitario, all’interno di ospedali, RSA ( Residenze Sanitarie Assistenziali) o al domicilio dell’utente.
L’OSA ha una missione da compiere: TRASFORMARE LA SOLIDARIETÀ IN PROFESSIONE.

Per lavorare nel sociale e con persone che si trovano in condizioni di svantaggio o in condizioni psico-fisiche particolari ( disabilità, vecchiaia, infanzia), bisogna avere delle doti personali imprescindibili, come la vocazione all’aiuto, l’empatia, la pazienza, ma esse da sole non bastano.
Noi trasformiamo le tue doti personali in competenze:
tu ci metti la passione, noi una formazione seria e concreta, che farà di te un autentico professionista.

Durata del corso

Il corso prevede un numero di 20 partecipanti , inseriti in ordine di iscrizione.
Ha una durata di 840 ore, così suddivise:

  • 560 ore di lezioni teoriche-pratiche in aula;
  • 280 ore di stage;

Requisiti di ingresso

  • 18 anni di età;
  • licenza di scuola media inferiore.

CORSO OPERATORE SOCIO SANITARIO (OSS)

Il Corso sarà realizzato secondo le “Nuove Linee Guida per la riqualificazione in OSS Anni 2017-2018” allegate al D.A. n.377 del 12/03/2019 della Regione Sicilia.

I soggetti che conseguiranno la qualifica di OSS saranno inseriti nell’Albo Regionale degli Operatori Socio Sanitari presso il Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico.

L’attestato di qualifica rilasciato dal soggetto autorizzato è valido in tutto il territorio nazionale.

Profilo del corso

L’operatore socio-sanitario ( O.S.S.) è una figura operante nel campo dell’assistenza socio-sanitaria, che svolge attività di supporto infermieristico, volte al soddisfacimento dei bisogni primari della persona e al garantire il benessere psico fisico e sociale. Esse consistono, in linee generali, nell’assistenza di base come l’aiuto ai pazienti totalmente o parzialmente dipendenti nelle attività di vita quotidiane, effettuazione di piccole medicazioni, aiuto per la corretta assunzione della terapia orale, prevenzione di ulcere da decubito, rilevazione dei parametri vitali, realizzazione di attività semplici di supporto diagnostico e terapeutico, attuazione interventi di primo soccorso, disbrigo di pratiche burocratiche, ecc…
L’O.S.S. svolge i compiti in équipe con altre figure (medici, infermieri, fisioterapisti, educatori), sia ambiente ospedaliero, sia in strutture socio- sanitarie, residenziali o semiresidenziali( R.S.A.,case di riposo, case di cura, strutture per disabili, comunità terapeutiche…) o al domicilio dell’utente.
Lavorare per gli altri, gratifica:
“ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi, muore con noi; ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale” ( Harvey B. Mackay).

Programma

Gli allievi acquisiranno le seguenti conoscenze, competenze e capacità:

Elementi di legislazione sociale e sanitaria, Aspetti giuridici deontologici ed etici della professione, Il ruolo dell’OSS nei servizi sanitari, Il ruolo dell’OSS nei servizi sociosanitari, La Comunicazione umana, Aspetti tecnici operativi dell’igiene, Disposizioni generali in materia di protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori, Elementi di comfort alberghiero, Anatomia e fisiologia, Dietetica, Assistenza alla nutrizione, Elementi di pediatria, Interventi Sanitari rivolti all’infanzia e all’adolescenza in ambiente ospedaliero e territoriale, La mobilizzazione del bambino, Psicologia del bambino e dell’adolescente, Interventi sociali rivolti all’infanzia e all’adolescenza I parte, Interventi sociali rivolti all’infanzia e all’adolescenza II parte, Gerontologia e geriatria, Interventi socio sanitari rivolti alla persona anziana in ambiente ospedaliero, Interventi socio sanitari rivolti alla persona anziana in ambiente territoriale, Recupero e riabilitazione funzionale dell’anziano, Ausili per la riabilitazione, Interventi socio sanitari rivolti alla persona con disabilità in ambito sociale,  Il ruolo dell’OSS per gli interventi in ambito familiare, Interventi socio sanitari rivolti alla persona con disagio psichico in ambiente ospedaliero e territoriale,  Interventi socio sanitari rivolti ai pazienti oncologici in ambiente ospedaliero e territoriale,  Aspetti relazionali con il paziente oncologico,  Interventi sanitari rivolti alla persona,  Presidi e dispositivi,  Nozioni di primo soccorso,  Gli interventi di primo soccorso

Destinatari

Con tale decreto sono attivati i corsi di riqualificazione in Operatore Socio Sanitario (OSS), secondo il percorso formativo di riqualificazione di cui all’Allegato 1 “Linee guida per la riqualificazione in operatore socio sanitario – 2019-2020”, parte integrante del presente decreto, rivolti ai soggetti con le seguenti qualifiche ottenute a seguito di frequenza di un corso di durata non inferiore a 700 ore ed iniziato entro il 31 dicembre 2019:

– assistente domiciliare e dei servizi tutelari – ADEST, denominato anche operatore socio assistenziale e dei servizi tutelari;

– operatore socio assistenziale – OSA, nelle varie declinazioni;

– operatore addetto all’assistenza delle persone diversamente abili.

Sono, altresì, ammessi alla riqualificazione i soggetti in possesso di una qualifica rilasciata ai sensi di legge e conseguita a seguito della frequenza di un corso iniziato entro il 31 dicembre 2019 dal cui attestato risulti una durata di almeno 700 ore in ambito socio – assistenziale di cui complessivamente almeno 150 ore di didattica concernente le aree relative, in linea generale, all’assistenza alla persona.

Sono inoltre ammessi i soggetti in possesso del diploma quinquennale di tecnico dei servizi sociali o di tecnico dei servizi socio sanitari conseguito a seguito della frequenza del relativo corso di studi presso un Istituto scolastico statale di II grado.

Durata del corso

Il corso prevede un numero massimo di 25 partecipanti, inseriti in ordine di iscrizione.
Ha una durata di 420 ore, così suddivise:

  • 180 ore lezioni teorico-pratiche in aula;
  • 240 ore di stage, presso strutture/ ospedali convenzionati.

Il tirocinio verrà espletato presso strutture ospedaliere del SSR pubbliche o private accreditate, o presso i Servizi territoriali, o presso le CTA, o presso le Residenze Sanitarie Assistite (RSA), o presso i Centri di riabilitazione, o presso i Servizi di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI).

Il percorso si concluderà con il rilascio da parte dell’Ente di formazione della qualifica di “Operatore Socio Sanitario”, secondo le modalità previste dalla vigente normativa regionale.

Faq

Per iscriversi al corso:

OCCORRE COMPILARE ED INVIARE I DATI RICHIESTI, ALLEGANDO I DOCUMENTI (CARTA DI IDENTITÀ, CODICE FISCALE E ATTESTATO OSA O EQUIPOLLENTE ) PRESENTI NEL FORM PARTECIPA A QUESTO CORSO.
EFFETTUARE IL PAGAMENTO IN ACCONTO PREVISTO PER QUESTO CORSO DELL’IMPORTO DI € 200,00  MEDIANTE BONIFICO BANCARIO ALLE COORDINATE BANCARIE CHE RICEVERÀ SULLA MAIL DI REGISTRAZIONE.

Che documenti devo presentare per iscrivermi a questo corso ?

  • Copia del titolo abilitante all’accesso al corso:
    • attestato di qualifica o diploma conseguiti o certificazione sostitutiva ai sensi dell’Art. 46 -D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, che dovranno riportare nel primo caso (attestato) anche il codice del corso, l’Ente che lo ha rilasciato e la data di conseguimento della qualifica;
    • nel secondo caso (diploma) l’istituto scolastico che lo ha rilasciato e la data di conseguimento.
  • n. 2 foto formato tessera che saranno utilizzate per il tesserino del tirocinio;ü
  • copia di un documento di identità in corso di validità.
  • autorizzazione al trattamento dei dati, ai fini della pubblicazione, dopo aver conseguito la qualifica di Operatore Socio Sanitario, dei riferimenti personali nell’Elenco  Regionale degli Operatori Socio Sanitari

Quante assenze si possono fare in questo corso ?

La frequenza alle attività formative è obbligatoria. Non sono ammessi agli esami finali corsistiche abbiano riportato un numero di assenze superiore al 10% del monte ore complessivo e nello specifico:

massimo 18 ore di assenza nelle sessioni d’aula e massimo 24 oredi assenza nella sessione dedicata al tirocinio.

Se si supera il massimo delle ore di assenza si perde il corso ?

Il corsista che abbia superato il limite di assenze consentito del 10% potrà completare il percorso formativo in una eventuale edizione successiva del corso, presso il medesimo Ente organizzatore, e dovrà necessariamente frequentare le lezioni nelle quali è stato assente nel corso precedente. E’ prerogativa dell’Ente organizzatore realizzare delle sessioni di recupero relative alle lezioni nelle quali il corsista è stato assente.

Posso svolgere il tirocinio presso la struttura sanitaria presso la quale lavoro ?

Il tirocinio pratico dovrà essere espletato per il 50% obbligatoriamente presso le Strutture ospedaliere del SSR pubbliche e/o private accreditate, e per il restante 50% presso Servizi territoriali delle Aziende Sanitarie, le Comunità Terapeutiche Assistite (CTA), le Residenze Sanitarie Assistite (RSA), i Centri di Riabilitazione, i servizi di Assistenza Domiciliare Integrata(ADI), previa stipula di una convenzione per ogni corso.

Non è consentito svolgere il tirocinio in strutture diverse da quelle sopra elencate.

Da chi è composta la commissione d’esame finale ?

La Commissione d’esame è nominata dal Dirigente Generale del DASOE ed è così costituita:

  1. Un funzionario/istruttore dell’Assessorato della Salute in possesso di esperienza specifica in ambito valutativo e/o formativo, con il ruolo di Presidente;
  2. Un funzionario/istruttore dell’Assessorato Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali e del Lavoro –Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali in possesso di esperienza specifica in ambito valutativo e/o formativo;
  3. Un componente designato dall’Ordine Professionale degli Infermieri della provincia di competenza;
  4. Un componente rappresentante delle Associazioni di Operatori Socio Sanitari, legalmente costituite alla data di pubblicazione del presente provvedimento e che abbiano notificato gli statuti al Dipartimento ASOE.
  5. Il direttore del corso o un suo delegato scelto tra i docenti del corso;

In cosa consiste l’esame finale ?

L’esame finale per il conseguimento dell’attestato di qualifica di operatore socio-sanitario si articola in:

  • una prova scritta (un questionario costruito con le stesse modalità della prova finale di unitàdidattica)sulle materiedel programma svolto;
  • una prova orale sulle materie del programma;
  • una prova pratica basata sulla simulazione di un processo assistenziale di competenza.

CORSO DI RIQUALIFICAZIONE OPERATORE SOCIO SANITARIO

Il corso nasce con lo scopo di fornire le conoscenze, esercitare le abilità, stimolare le attitudini necessarie alla costruzione del profilo professionale, accompagnando e sostenendo l’utente nel suo percorso formativo e di riqualificazione professionale.
Perfezionare mediante le attività di stage le competenze specifiche previste dallo standard professionale e stabilire relazioni con le aziende ospitanti in funzione di future candidature.

ECM

L’ECM è il processo attraverso il quale il professionista della salute si mantiene aggiornato per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze del Servizio sanitario e al proprio sviluppo professionale.

La formazione continua in medicina comprende l’acquisizione di nuove conoscenze, abilità e attitudini utili a una pratica competente ed esperta.

I professionisti sanitari hanno l’obbligo deontologico di mettere in pratica le nuove conoscenze e competenze per offrire una assistenza qualitativamente utile. Prendersi, quindi, cura dei propri pazienti con competenze aggiornate, senza conflitti di interesse, in modo da poter essere un buon professionista della sanità.